Visualizzazione post con etichetta Appartenenza. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Appartenenza. Mostra tutti i post

lunedì 30 settembre 2013

Possedere, appartenere, resistere



Noi ci apparteniamo.
Io appartengo a me, tu a te, io a te, tu a me. Io e te apparteniamo a noi e insieme apparteniamo ognuno al suo ego anche se io di ego ne posseggo mille (da buona gemelli, vige la legge del multiplo). Io, come te, appartengo al mondo, sarebbe egoistico pensarmi di una persona sola, anche se non sarebbe male escludere il mondo per qualche attimo e rimanere soli ad appartenersi.
Tu potresti appartenere a una, nessuna o centomila, ma in assoluto appartieni a me, a me in maniera viscerale, unica, inimitabile. Appartieni a me dal primo litigio, dal primo sguardo e dal primo soffio di alito vicino all’orecchio. Appartieni a me dal primo sorso di DosageZero, dal primo morso di Ravioli di parmigiano e dall’ultima goccia di Kopi Luwak. Appartieni a me perchè ci siamo scambiati la carne, il sudore e le lacrime, ci siamo contaminati il fegato, i polmoni, il cervello e il cuore. Appartieni a me perché è solo con me che riesci ad essere la metà perfetta del concetto di Amore di Aristofane, divisi dagli Dei ma vagando per il mondo prima o poi si ritorna uniti, sempre anche a distanza.