Visualizzazione post con etichetta VAGINA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta VAGINA. Mostra tutti i post

domenica 15 gennaio 2012

Specchio, specchio delle mie brame chi se la rasa nel mio reame?


Siamo figlie degli anni 70’ a ridosso con gli 80’, abbiamo vissuto i magici anni 90’ rivoluzionando la moda, l’arte, la tecnologia e non solo. La nostra prima televisione era Carosello bianco e nero, poi magicamente nel 77’ un po’di rivoluzioni studentesche di Bologna e un po’ di Guerre Stellari ed ecco che la tv è diventata a colori anche se solo per i ricchi. Da bambini giocavamo a nascondino e aspettavamo il gelataio che ogni giovedì veniva a casa a portarci il gelato per 200lire, guardavamo Bim Bum Bam e Bonolis era un ragazzino balbuziente che ci faceva tanta tenerezza. Da bambini i nostri giocattoli erano la terra, la sabbia, i tappi trovati in giro e la natura.

lunedì 1 agosto 2011

Vagina, amica mia dove sei? DORMI...?

«Siccome m'interrogavo spesso su quello che le donne pensano delle proprie vagine un giorno ho deciso di fare qualche intervista: una rivelazione. Un viaggio nell'inaspettato. Un'esplorazione scioccante dell'esistenza. 
Tutte le risposte mi sorprendevano. 
Così sono nati i "Monologhi della Vagina". Ho intervistato più di duecento donne: vecchie, giovani, sposate, single, lesbiche, mamme, nonne, insegnanti, attrici, operaie, lavoratrici del sesso, afro-americane, ispaniche, asiatiche, caucasiche, musulmane della Bosnia, ebree...
All' inizio erano timide, esitanti. Poi però, una volta partite, era impossibile fermarle. Il fatto è che le donne adorano parlare della loro vagina».